Seleziona Pagina

Nuovi ritratti per la ‘pinacoteca’ di Hubble

Nuovi ritratti per la ‘pinacoteca’ di Hubble

Una galassia solitaria ma non troppo e una nebulosa che ospita un vivaio di stelle giovani e scintillanti: i due oggetti celesti, diversi per tipologia e collocazione, sono accomunati dall’essere i protagonisti delle nuove immagini realizzate da Hubble.

Ngc 1706 (in alto a sinistra), scoperta da John Herschel nel 1837, è un’armoniosa galassia a spirale che si trova a circa 230 milioni di anni luce dalla Terra nella costellazione del Dorado. Come tante sue ‘colleghe’, sembra fluttuare solitaria nella vastità dello spazio ma l’immagine non deve trarre in inganno: in realtà, Ngc 1706 fa parte di un gruppo, vale a dire un’associazione di galassie relativamente vicine tra loro e trattenute insieme dalla forza di gravità.

I gruppi, che contengono almeno una cinquantina di galassie, sono strutture molto comuni nell’Universo tanto che circa la metà delle galassie sinora conosciute fanno parte di questo tipo di ‘comitiva’. Uno degli esempi più noti è costituito dal Gruppo Locale, che comprende oltre 70 galassie tra cui la Via Lattea, Andromeda, il Triangolo e le due Nubi di Magellano. Tra le varie tipologie di associazioni galattiche, i gruppi sono i più piccoli; le altre sono i cluster, che contengono centinaia di migliaia di galassie, e i supercluster, che sono dei veri e propri ‘pesi massimi’ e radunano vari ammassi.

Con la seconda immagine ci avviciniamo di più alla Terra, visto che il soggetto ripreso, visibile nella costellazione di Perseo, si trova ad una distanza di circa 1000 anni luce: si tratta di una parte di Ngc 1333, una nebulosa a riflessione, ovvero una nube di polvere che riflette la luce di stelle vicine, scoperta nel 1855 da Eduard Schönfeld. Ngc 1333 (in alto a destra) ospita due gruppi di stelle che, per i parametri temporali astronomici, sono teen ager: hanno infatti meno di due milioni di anni.

Gli astronomi hanno notato che questo vivaio di nuovi astri ha avuto il via dalle riserve di gas freddo e polveri concentrate nella zona; su questo materiale si riflette la brillantezza vivace delle giovani stelle. L’immagine è stata realizzata con i dati ottenuti dalla fotocamera di Hubble nel visibile e nel vicino infrarosso. Ulteriori indagini condotte dal telescopio su altre aree di Ngc 1333 evidenziano che i due gruppi di stelle sopra citati sono in buona e vasta compagnia.

Circa l'autore

Valeria Guarnieri

Nata in tempo utile per vivere sin dall'inizio il fenomeno Star Wars, lavora in ASI dal 2000 e dal 2011 si occupa di comunicazione web presso l'Unità Relazioni Esterne e URP dell'ente. Dedica la maggior parte del tempo libero alla montagna, suo grande amore.

L’editoriale

Tutti i numeri di Global Science 

di Francesco Rea

97.000 utenti unici mensili. questo è il dato che Global Science ha registrato a partire dal mese di agosto confermato a settembre e che sembra essere il trend per quanto riguarda il nostro giornale online… Continua a leggere

NEWSLETTER

iscrizione newsletter

Tweet spaziali

IL SITO DELL’ASI

ASITV

I PODCAST

ADV