Seleziona Pagina

Testa a testa per Boeing e SpaceX

Sfida aperta tra i due partner  del Nasa Commercial Crew Program, Boeing e SpaceX per chi sarà il primo riportare in orbita astronauti Usa da suolo americano. Boeing ha completato oggi con successo il pad abort test della sua navetta Cst- 100 Starliner nel deserto del New Mexico mettendo alla prova i 4 motori della navetta e i suoi paracadute. SpaceX invece ha effettuato lo scorso 31 ottobre, per la prima volta, l’apertura simultanea dei 3 paracadute Mark 3 a bordo della Crew Dragon dimostrando la capacità di poter  far atterrare in sicurezza la capsula anche in caso di fallimento del quarto paracadute.

Il successo del test fa ben sperare per il futuro: il prossimo passo da compiere per l’azienda di Musk  è il test di interruzione del volo che dovrebbe permettere alla capsula con gli astronauti di separarsi dal razzo in caso di problemi tecnici dopo il decollo.  Sia Musk sia la Nasa, sperano di poter far partire il primo equipaggio verso la Iss nella prima metà del prossimo anno e lo stesso Musk ha più volte ribadito che priorità di SpaceX è rispettare questa deadline per poter rendere di nuovo l’America indipendente nei viaggi da e per la Stazione Spaziale.

Boeing invece, affronterà nei prossimi mesi il primo lancio della sua navetta senza equipaggio a bordo, più volte rimandato per problemi tecnici. Non resta che aspettare i prossimi mesi che saranno cruciali per sapere chi tra i due competitor darà inizio alla nuova era del volo spaziale umano americano.

Circa l'autore

L’editoriale

Tutti i numeri di Global Science 

di Francesco Rea

97.000 utenti unici mensili. questo è il dato che Global Science ha registrato a partire dal mese di agosto confermato a settembre e che sembra essere il trend per quanto riguarda il nostro giornale online… Continua a leggere

NEWSLETTER

iscrizione newsletter

Tweet spaziali

IL SITO DELL’ASI

ASITV

I PODCAST

ADV