Seleziona Pagina

Il ruggito del nuovo Vega-C

Il ruggito del nuovo Vega-C

Effettuato con successo il test statico del primo modello di qualifica del motore a stato solido P120C sviluppato per il lanciatore Vega-C. La prova è stata eseguita il 28 gennaio scorso nello spazioporto europeo sito in Guyana francese.

Caricato con 142 tonnellate di carburante, il motore da 13,5 metri di altezza per 3,4 di diametro è stato acceso per una simulazione di decollo e della prima fase di volo.

Durante un tempo di combustione di 135 secondi, il P120C ha erogato una spinta massima di circa 4650 kN. Non sono state riscontrate anomalie e, stando a una prima analisi dei dati, il motore ha soddisfatto le aspettative. Un’analisi completa dei risultati del test confermerà la validazione di questo motore per il lancio di debutto di Vega-C, previsto entro il 2019.

Il P120C sostituisce l’attuale P80 come motore di primo stadio di Vega-C, aumentando significativamente le prestazioni del vettore. La grande cassa del motore in carbonio composito è stata progettata e costruita in un unico pezzo dall’italiana Avio, in collaborazione con Airbus Safran launcher.

Lo stesso lanciatore Vega è un progetto concepito e sviluppato in Italia e acquisito dall’Agenzia spaziale europea.

Il secondo modello di qualifica, configurato per Ariane 6, sarà testato entro la fine di quest’anno

Circa l'autore

Manuela Proietti

Giornalista, photo- e videographer. Dal 2009 coordina i progetti editoriali dell'Agenzia spaziale italiana. Ha lavorato per l'Agenzia Dire e scritto per La Stampa

L’editoriale

Tutti i numeri di Global Science 

di Francesco Rea

97.000 utenti unici mensili. questo è il dato che Global Science ha registrato a partire dal mese di agosto confermato a settembre e che sembra essere il trend per quanto riguarda il nostro giornale online… Continua a leggere

NEWSLETTER

iscrizione newsletter

Tweet spaziali

IL SITO DELL’ASI

ASITV

I PODCAST

ADV