Site icon Global Science

Tricolore italiano per “Unit 23” di Virgin Galactic

Primi europei su un volo suborbitale a bordo dello spazioplano Spaceship-2 della Virgin Galactic, carico di esperimenti scientifici. Si tratta del colonnello Walter Villadei, il tenente colonnello Angelo Landolfi, entrambi dell’Aeronautica Militare e l’ingegner Pantaleone Carlucci, del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr). Per fine settembre, Virtute-1, acronimo di Volo italiano per la ricerca e la tecnologia suborbitale, sarà il carico utile del volo “Unit 23” della Virgin Galactic.

I tre membri dell’equipaggio italiano durante la conferenza stampa. (Credito immagine: Aeronautica Militare Italiana)

«E’ il primo passo in un percorso di crescita» ha osservato il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, a proposito della missione.  L’obiettivo, aggiunge il Capo di Stato Maggiore, è sfruttare anche a fini commerciali voli suborbitali che potrebbero garantire 1,5 ore per collegamenti che oggi ne richiedono 10. Lo spazio aereo è una risorsa del Paese e l’AM fa da apripista per comprendere i requisiti tecnologici. In prospettiva, il progetto dello spazio porto a Grottaglie- Taranto- ha già ricevuto l’attenzione dell’ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) con l’approvazione di un regolamento per consentire  l’esercizio e la costruzione dello spazioporto italiano.

Virtute -1 rientra in un quadro più ampio di collaborazioni tra la Virgin Galactic e il nostro paese che ha come prospettiva l’avvio della fase sperimentale nel 2023 dello spazioporto tarantino.

In attesa del volo suborbitale della missione Virtute-1 fervono i preparativi per  Il Mediterranean Aerospace Matching (Mam),  in calendario dal 22 al 24 settembre che ospiterà nell’area dello spazio porto di Grottaglie tre giorni di tavole rotonde, incontri b2b e dimostrazioni di volo. Un’opportunità unica per Pmi e startup innovative di incontrare investitori internazionali e rappresentanti delle principali industrie aerospaziali.

A promuovere l’evento, nell’ambito delle iniziative a favore del rilancio e dello sviluppo sostenibile dell’area di Taranto, il Ministero dello Sviluppo Economico, l’Ice-Agenzia e la Regione Puglia, in collaborazione con ENAC e l’Agenzia Spaziale Italiana. L’idea e la progettazione sono a cura del Distretto Tecnologico Aerospaziale (Dta).

Tutto pronto quindi per una nuova missione commerciale della Virgin Galactic impegnata anche a rispondere alla Federal Aviation Administration (FAA), che non consentirà la ripresa dei voli suborbitali fino a quando non sarà completata l’indagine sul volo di luglio scorso.

Durante la missione “Unit 22” i due piloti di SpaceShipTwo hanno ignorato un “avviso di entrata di planata” della FAA, come riporta Space News.

In apertura Credit: Virgin Galactic

 

Exit mobile version