Seleziona Pagina

I bagliori di un buco nero 

È stato scoperto per la prima volta nel 2018 e poi osservato nel dettaglio dallo strumento Nicer a bordo della Iss, per via di una fortissima emissione di luce che lo ha reso uno degli oggetti più luminosi del cielo.

Stiamo parlando del buco nero del sistema Maxi J1820+070, situato a diecimila anni luce di distanza da noi. Grazie alle osservazioni passate, un team di ricercatori dell’Università del Southampton, ha ricreato con un software innovativo i bagliori emessi dal buco nero.

L’animazione è stata creata utilizzando i dati reali rallentando fino a un decimo la velocità effettiva, così da riuscire a individuare i bagliori più rapidi. Dal video è possibile osservare il buco nero mentre si nutre della sua stella, facendo confluire il materiale della ’compagna’ nel disco di accrescimento. Parte di quel materiale viene espulso in energici ‘getti’ luminosi, sopra e sotto il disco. La luce è così intensa che potrebbe eclissare il Sole centinaia di volte.

Il sistema è troppo distante per permettere agli scienziati di ricreare la sua intera struttura. I ricercatori però sono riusciti a rilevare che i bagliori più veloci nella luce visibile vengono emessi una frazione dopo i raggi X. Questo dettaglio rileva indirettamente la presenza di plasma, il che rafforzerebbe l’idea che sia una caratteristica comune nei buchi neri in crescita. Sistemi come Maxi J1820 vengono scoperti ogni anno e grazie alle camere di nuova generazione sarà possibile comprendere meglio questi enigmatici oggetti cosmici per ricavarne indizi sulla loro evoluzione e capire il modo in cui tali buchi neri influenzano le galassie in cui risiedono.

Circa l'autore

L’editoriale

Tutti i numeri di Global Science 

di Francesco Rea

97.000 utenti unici mensili. questo è il dato che Global Science ha registrato a partire dal mese di agosto confermato a settembre e che sembra essere il trend per quanto riguarda il nostro giornale online… Continua a leggere

NEWSLETTER

iscrizione newsletter

Tweet spaziali

IL SITO DELL’ASI

ASITV

I PODCAST

ADV