Site icon Global Science

Nuova data di lancio per il Webb

Sarebbe dovuto partire a marzo 2021, ma il lancio del nuovo telescopio spaziale James Webb è slittato di ben 7 mesi. La Nasa ha infatti annunciato, in una conferenza stampa, una nuova data per lancio che è stato riprogrammato per il 31 ottobre 2021.

Il ritardo è da attribuirsi, oltre che alle restrizioni per la sicurezza dovute al Covid-19, anche a importanti sfide tecniche. Nonostante questo, la Nasa fa sapere che i costi resteranno contenuti nel budget prefissato di 8,8 miliardi di dollari.

Questa settimana sono stati terminati con successo i test elettrici, per agosto sono invece previsti i test acustici e di vibrazione ambientale. All’inizio del prossimo anno Webb sarà spedito al sito di lancio, in Guiana Francese, per essere sistemato come carico di Ariane 5. Una volta in orbita sarà aperto il suo specchio da 6,5 metri che rileverà la debole luce di stelle e galassie lontane. 

«Webb è progettato per sfruttare le incredibili eredità dei telescopi spaziali Hubble e Spitzer, osservando l’universo a infrarossi ed esplorando ogni fase della storia cosmica», ha affermato Eric Smith, scienziato del programma Webb della Nasa e continua «L’osservatorio rileverà la luce della prima generazione di galassie che si sono formate nell’universo primordiale dopo il big bang e studierà le atmosfere degli esopianeti vicini per possibili segni di abitabilità».

Il telescopio spaziale James Webb è un programma internazionale guidato dalla Nasa, in collaborazione con l’Agenzia spaziale europea e con l’Agenzia spaziale canadese. Grazie al nuovo osservatorio spaziale sarà possibile dare risposte ad alcuni dei misteri dell’Universo.

Immagine in apertura: Nasa/Chris Gunn. Video: Nasa

Exit mobile version