Site icon Global Science

Come misurare le emissioni vulcaniche dallo spazio

Come misurare le emissioni vulcaniche dallo spazio

Il ricercatore Simon Carn

Lo scorso mese, lo stratovulcano dell’isola di Bali chiamato Monte Agung ha cominciato a fumare. Lievi scosse sismiche hanno iniziato a far tremare il monte costringendo migliaia di persone all’evacuazione per evitare ciò che successe durante l’eruzione del 1963, nella quale persero la vita più di 1.000 abitanti.

Ma è ancora così difficile prevedere quando potrebbe avvenire una nuova eruzione? Di solito le emissioni di gas come anidride carbonica e anidride solforosa sono lievi ‘segnali’ che potrebbero precedere un’eruzione. Come fare a rilevare queste emissioni? La risposta è in un nuovo studio condotto dai ricercatori della Michigan Technological University, supportata dal Jet Propulsion Laboratory della Nasa. I ricercatori hanno pubblicato una raccolta di documenti in cui vengono mostrate le capacità dei sistemi di telerilevamento del satellite della Nasa Orbiting Carbon Observatory-2. Le misurazioni condotte dal satellite sono in grado di individuare le fonti localizzate di anidride carbonica nell’atmosfera, consentendo agli scienziati di isolare le fonti di emissione, sia umane che naturali. Lo studio, pubblicato su Science, descrive come individuare da un satellite in orbita terrestre bassa le fonti localizzate di anidride carbonica di origine antropogenica e naturale.

«L’obiettivo principale dello studio è quello di individuare le emissioni di anidride carbonica misurando la concentrazione su larga scala nell’atmosfera» afferma Simon Carn, professore associato presso il Dipartimento di Ingegneria Geologica e Mineraria e Scienze. «I vulcani possono essere forti e localizzate fonti di anidride carbonica, ma su base globale tutte le prove disponibili dimostrano che le attività umane emettono molta più anidride carbonica di quella emessa dai vulcani». La situazione a Bali sembrebbere essere stabile, ma l’attività del Mount Agung rimane intensa. Misurare dallo spazio le quantità di anidride carbonica emesse dalle attività vulcaniche è un fattore chiave per impedire catastrofi umane e individuare i falsi allarmi.

Exit mobile version