Site icon Global Science

Etna, prove tecniche per il rover lunare

L’Etna gemello della Luna. Le pendici del vulcano siciliano saranno solcate dal rover  Interact che metterà alla prova una serie di tecniche utili per una futura missione di sample return sul suolo lunare. Il progetto – Arches Space-Analog Demonstration, è  sviluppato dall’agenzia spaziale tedesca Dlr in collaborazione con Esa. Nel dettaglio Interact metterà alla prova le tecnologie necessarie per raccogliere il materiale dal suolo lunare e riportarlo alla base, grazie al controllo da remoto. 

Il rover verrà guidato dall’astronauta dell’Esa Thomas Reiter che si troverà nella città di Catania, a circa 23 chilometri dal rover. La distanza dal sito di prova del veicolo simula le condizioni che gli astronauti dovranno affrontare una volta giunti sul suolo lunare. 

Questa tecnica è stata messa alla prova dall’astronauta dell’Esa Luca Parmitano nel 2019 nel corso della missione Beyond. Parmitano ha controllato dalla Iss i movimenti del rover Analog-1,  situato presso il centro di Valkenburg, nei Pesi Bassi. Uno degli obiettivi del test era valutare l’uso dei controlli “force-feedback”, una sorta di joystick che da il senso del tatto all’utente.

I rover come Interact rappresentano il futuro dell’esplorazione robotica e saranno fondamentali per condurre ricerche in ambienti ostili come gli oceani o le superfici di Luna e Marte.

Exit mobile version