Site icon Global Science

La Cina presenta nuovi lanciatori e capsule

La Cina prepara nuovi lanciatori e capsule che entro il 2030 le permetteranno di portare astronauti sulla Luna. I prototipi, due razzi super pesanti, la capsula per astronauti, i paracadute e il modello della sonda Chang’e- 5,  sono stati presentati al tredicesimo Zhuhai Airshow. 

Uno dei lanciatori pesanti – sviluppato dalla  China Aerospace Science and Technology (Casc)farà parte della ‘famiglia’ Lunga Marcia, misurerà circa 90 metri, con una massa al decollo di circa 2.211 tonnellate. Avrà la capacità di lanciare un veicolo spaziale – con equipaggio – di nuova generazione, che a sua volta potrà viaggiare nello spazio profondo.

A giugno la Cina ha presentato un progetto di missione denominato ‘Long March 5 Dengyue’ (atterraggio lunare) che permetterà la permanenza di due astronauti sul suolo lunare per circa sei ore. Secondo la presentazione, la missione utilizzerà proprio il nuovo lanciatore dedicato alle missioni umane e potrebbe essere realizzata entro il 2030. Il lanciatore avrebbe una capacità di carico utile quasi tre volte superiore rispetto all’attuale Lunga Marcia 5. La Casc ha dichiarato che il razzo sarà impiegato per futuri progetti di esplorazione lunare umana in orbita circumlunare e lunare e per missioni che prevedono l’atterraggio in superficie. La Cina, inoltre, sta lavorando anche alla progettazione di un lander lunare, ma i dettagli non sono stati resi noti.

Nel corso della mostra è stato presentato anche il Lunga Marcia 9, un lanciatore super pesante in fase di studio e sviluppo. Nel dettaglio, il razzo misurerà 10 metri di diametro per 103 metri di lunghezza e sarà in grado di sollevare circa 140 tonnellate di carico utile nell’orbita terrestre bassa o 50 tonnellate nell’orbita di iniezione translunare, un volume carico paragonabile a quello dello Space Launch System della Nasa.

Il vettore sarà utilizzato per lanciare lo stack di atterraggio lunare e l’infrastruttura per la futura Stazione di ricerca lunare internazionale cinese e russa (Ilrs). In aggiunta, il razzo potrebbe essere utilizzato per lanciare nuove missioni di sample return dirette verso Marte. Il volo inaugurale è in programma per il 2028. ll 23 settembre scorso è stato effettuato un test dei sistemi critici sul motore Hydrolox, parte del secondo stadio del razzo mentre a marzo sono stati segnalati progressi sui motori kerolox del primo stadio.

La Cina non ha ancora approvato ufficialmente una missione che comprenda l’atterraggio di astronauti sulla Luna, ma sembra che stia sviluppando le capacità tecnologiche e l’hardware necessario per farlo nel giro di pochi anni. L’approvazione formale per questo progetto potrebbe arrivare con la pubblicazione del 15° Piano quinquennale (2026-2030). La Cina, inoltre, ha in programma il rilascio di un nuovo libro bianco sullo spazio nei prossimi mesi, che evidenzierà le priorità per il quinquennio 2021-2025.

Crediti foto: China Aerospace Science and Technology

Exit mobile version