Site icon Global Science

La Cina corre verso il palazzo celeste

Come da programma, nei prossimi giorni il Long March F2 porterà in orbita la navicella spaziale Shenzhou-12 e tre astronauti, di cui non si conoscono ancora le generalità.

L’annuncio, privo di dettagli, è stato dato dal China Manned Space Engineering Office (CMSEO). Trasportato verticalmente, il long March F2 si trova ora sulla piattaforma del Jiuquan Satellite Launch Center nel deserto del Gobi.

Shenzhou-12 e i tre astronauti viaggeranno in direzione del modulo centrale di Tianhe dove li attendono rifornimenti e carburante, utili alla permanenza di almeno tre mesi.

La missione dovrebbe rimanere ormeggiata a Tianhe fino a settembre, il che significa che sarà superato il record di 33 giorni stabilito da Shenzhou-11 nel 2016.

La missione Shenzhou-12 comporterà una serie di attività di verifica tecnica relative alle prestazioni e alla funzione del modulo centrale di Tianhe. Comprenderà anche attività extraveicolari e la verifica di un sistema di supporto vitale rigenerativo.

Settima nell’elenco delle missioni con taikonauti, la Cina lanciò la sua prima missione con equipaggio nel 2003 con Shenzhou-5, dimostrando al mondo di essere la terza potenza con autonoma capacità di volo spaziale umano.

Il Long March 2F è lungo 62 metri e pesa 464 tonnellate, ed è composto da due stadi e quattro booster laterali. Il lanciatore è dotato di un sistema di fuga di lancio in cima alla carenatura, che si basa su motori a razzo solido.

Il Tianhe, lungo 16,6 metri e con un diametro di 4,2 metri, fornirà gli alloggi principali per gli astronauti, nonché la propulsione per mantenere l’altitudine orbitale.

Le missioni pianificate per completare la stazione spaziale a tre moduli sono undici, e Shenzhou-12 è la terza nella tabella di marcia della ferrea pianificazione di completamento entro il 2022.

Sono previsti i moduli sperimentali Wentian e Mengtian che nel 2022 porteranno in orbita esperimenti di astronomia, medicina spaziale, scienze della vita spaziale, biotecnologia, fisica dei fluidi a microgravità, combustione a microgravità e tecnologie spaziali. Si tratta di payload scientifici internazionali selezionati grazie alla cooperazione tra l’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari spaziali (UNOOSA) e il CMSEO. Sono previsti anche astronauti stranieri.

Programmata per operare in orbita per almeno dieci anni, il palazzo celeste di Tiangong sarà completato quando sarà portato in orbita il modulo ottico Xuntian, un telescopio spaziale con apertura di 2 metri paragonabile a Hubble ma con un campo visivo 300 volte maggiore.

Questo consentirà a Xuntian di rilevare il 40% del cielo per un decennio, utilizzando la sua fotocamera da 2,5 miliardi di pixel.

In apertura: Shenzhou-12 in cima al Long March 2F, trasferito sulla piattaforma il 9 giugno 2021. Credito: CNSA

Exit mobile version