Site icon Global Science

Rosalind Franklin, test ambientali superati

Test ambientali superati con successo per Rosalind Franklin. Dopo l’esito positivo delle verifiche condotte sui paracadute, il rover della missione ExoMars2020 è stato sottoposto ad una serie di prove ambientali, nella sede di Airbus in Francia, tra cui test termici e test di vuoto.

Le verifiche sono state condotte in un ambiente che simula le condizioni marziane con temperature che possono scendere fino a -120 gradi esterni e -60 gradi all’interno del rover. Resistere alle ostili temperature non è l’unica prova di forza a cui sarà sottoposto il rover: Rosalind Franklin dovrà anche essere in grado di funzionare a una pressione pari a meno di un centesimo di quella terrestre e in un’atmosfera ricca di anidride carbonica.

Ora, il prossimo passo sarà quello di verificare il sistema e gli strumenti del rover. Ultimate queste prove, nella sede di Thales Alenia Space, a Cannes, verrà eseguito un controllo delle interfacce con il modulo di discesa russo, inserito nel veicolo spaziale che trasporterà la missione da Terra a Marte.

Secondo i piani Esa, Rosalind Franklin arriverà a Cannes a fine gennaio per poi essere integrato nel lander a fine febbraio.

ExoMars 2020 è una missione congiunta di Esa e Roscosmos che  partirà dal cosmodromo di Baikonur il prossimo luglio e giungerà su Marte a marzo 2021. Il suo compito sarà quello di perforare la superficie marziana, grazie a un trapano costruito in Italia, alla ricerca di tracce di vita presente o passata. L’Italia ha un ruolo di primo piano anche per il controllo della missione con il Centro di Controllo del Rover Europeo (Rocc) presso la sede di Altec di Torino.

Exit mobile version