Seleziona Pagina

Battuta d’arresto per SpaceX

Battuta d’arresto per SpaceX

Settimana difficile per SpaceX.  Lo scorso 24 luglio la navetta cargo Dragon, destinata al trasporto di rifornimenti sulla Iss, è stata fermata dal maltempo, che le ha impedito di decollare dal Kennedy Space Center della Nasa. Il lancio numero 18 di Dragon, avrebbe dovuto portare sulla Stazione Spaziale materiali essenziali per lo svolgimento degli esperimenti della Expedition 60 di cui fa parte anche l’astronauta Luca Parmitano, partito lo scorso 20 luglio. Ora i tecnici Nasa sono in attesa del miglioramento delle condizioni meteo per poter tentare un altro liftoff, probabilmente nella giornata odierna.

Ma gli imprevisti non sono finiti qui: anche Starhopper il prototipo della navetta Starship, ultima nata in casa SpaceX, ha fallito nuovamente dopo quanto accaduto lo scorso 8 luglio, quando uno  dei 41 motori Raptor installati a bordo aveva avuto problemi al momento dell’accensione. Durante il test statico, il getto di fuoco prodotto dal motore, causato da una perdita di carburante, aveva provocato dei danni alla struttura della navetta. SpaceX, non si è però fatta fermare dall’insuccesso e ha deciso di sottoporre Starhopper a un nuovo test, il 25 luglio. Questa volta, il veicolo avrebbe dovuto accendere i motori e sollevarsi da terra per almeno 20 metri ma è invece rimasto fermo per poi venire investito da una fiammata. SpaceX ha dichiarato in una nota stampa, che Starhopper è uscito quasi incolume dall’incidente e che sono già state avviate le indagini per rilevare il problema che ha causato il fallimento della prova.

SpaceX sta investendo risorse notevoli per il suo sistema di trasporto interplanetario che vede protagonisti il razzo Super Falcon Heavy e la navetta Starship. Con i suoi 41 motori, il razzo di Elon Musk è il più potente mai costruito mentre la navetta Starship, è la più spaziosa, in grado di ospitare, secondo quanto dichiarato dall’azienda, fino a 100 persone. Musk ritiene che la tabella di marcia che prevede il primo volo di Starship nel 2023, possa ancora essere rispettata, nonostante i ritardi e gli incidenti. Il volo inaugurale, vedrà la presenza del miliardario giapponese Yusaku Maezawa che potrà godere di uno spettacolare viaggio in orbita intorno alla Luna. Successivamente, Starship fungerà da mezzo di trasporto per i viaggi spaziali di lunga durata, portando a bordo gli astronauti diretti su Marte.

Circa l'autore

L’editoriale

Tutti i numeri di Global Science 

di Francesco Rea

97.000 utenti unici mensili. questo è il dato che Global Science ha registrato a partire dal mese di agosto confermato a settembre e che sembra essere il trend per quanto riguarda il nostro giornale online… Continua a leggere

NEWSLETTER

iscrizione newsletter

Tweet spaziali

IL SITO DELL’ASI

ASITV

I PODCAST

ADV