Site icon Global Science

Starliner, attracco riuscito

Starliner ha finalmente raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale. Gli astronauti dell’Expedition 67 tra cui figura anche l’italiana Samantha Cristoforetti, hanno aperto per la prima volta il portellone della navetta sabato notte, dando il benvenuto ufficiale al veicolo spaziale di casa Boeing. Il docking con la Stazione è avvenuto con oltre un’ora di ritardo rispetto al previsto per via dei controlli finali durante le manovre. 

L’Orbital Flight Test-2, il volo inaugurale senza equipaggio dell’azienda americana, è partito dal complesso di lancio di Cape Canaveral, a bordo del razzo Atlas V della United Launch Alliance. La capsula spaziale ha portato con sé un rifornimento di tutto rispetto 360 chili di materiali: 225 kg di carico della Nasa e di rifornimenti per l’equipaggio, oltre a più di 135 kg di carico per Boeing.

A bordo anche un passeggero d’eccezione, il manichino ‘Rosie the Rocketeer’ dotato di speciali sensori in grado di raccogliere informazioni utili a migliorare l’esperienza dei futuri passeggeri. Dopo un primo tentativo fallito nel 2019, il volo della Starliner segna un successo per la Boeing, che mira ad affiancare la Crew Dragon di SpaceX come taxi spaziale verso la Iss.

Exit mobile version