Site icon Global Science

Vita extrasolare, un aiuto dall’atmosfera terrestre

In quale momento della  sua storia evolutiva la Terra ha raggiunto livelli di ossigeno sufficienti a sostenere la vita? Secondo uno studio condotto dalla McGill University, l’aumento dei livelli di ossigeno si è verificato di pari passo con l’evoluzione e l’espansione di ecosistemi complessi ed eucariotici. Questa scoperta prova che livelli di ossigeno estremamente bassi hanno esercitato un’importante limitazione all’evoluzione per miliardi di anni. Lo studio è stato pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences.

Per  confermare le loro teorie i ricercatori hanno esaminato  le rocce sedimentarie ricche di ferro provenienti da tutto il mondo, prelevate dagli ambienti costieri. Analizzando la chimica del ferro in queste rocce, gli scienziati sono stati in grado di stimare la quantità di ossigeno presente quando queste ultime si sono formate. Successivamente hanno stimato l’impatto che l’ossigeno  avrebbe avuto sui microrganismi eucarioti, i precursori degli animali che vivono oggi sul nostro pianeta.

«Queste pietre offrono informazioni sui livelli di ossigeno degli ambienti marini poco profondi, dove la vita si stava evolvendo – spiega Changle Wang, ricercatore dell’Accademia cinese delle scienze –  queste rocce indicano che, al tempo della loro formazione, l’ossigeno presente nell’atmosfera era meno dell’1% rispetto ai livelli attuali. Questa caratteristica avrebbe influenzato notevolmente lo sviluppo delle forme di vita. Queste condizioni sono durate fino a 800 milioni di anni fa, proprio quando sono apparsi i segni della presenza di ecosistemi complessi all’interno delle rocce. Quindi, se in un’epoca precedente fossero esistiti degli ecosistemi eucarioti complessi, i loro habitat sarebbero stati limitati dal basso livello di ossigeno».

Secondo i ricercatori le nuove scoperte suggeriscono che l’atmosfera terrestre è stata in grado di mantenere bassi livelli di ossigeno atmosferico per miliardi di anni. Questa scoperta ha importanti implicazioni per la ricerca di forme di vita al di là del nostro Sistema Solare dato che l’ossigeno è una delle biofirme necessarie allo sviluppo di forme di vita.

 Credit foto: Devon Cole, pietre ferrose del lago Tu Nedhé nel nord-ovest del Canada

Exit mobile version