Site icon Global Science

Leonard, la cometa che non brilla

Leonard, la cometa più attesa dell’anno, si sta comportando in modo insolito. L’oggetto, individuato lo scorso gennaio, dovrebbe diventare più luminoso man mano che si avvicina al Sole, e così si sta manifestando solo in apparenza: Leonard sembra più luminoso solo perché si sta avvicinando alla Terra.

«Non è una una buona notizia. La cometa dovrebbe essere più brillante a questo punto – ha detto  Quanzhi Ye, un astronomo dell’Università del Maryland – c’è qualcosa che non va e speriamo di scoprire di cosa si tratta nelle prossime settimane».

Sulla base delle osservazioni dell’ultimo periodo sembrerebbe che la cometa si stia disintegrando. Secondo gli scienziati questo processo potrebbe essere causato dalla mancanza di ghiaccio, elemento che, evaporando per il calore del Sole, crea la caratteristica chioma. Tuttavia gli astronomi concordano che è troppo presto per definire spacciata Leonard. 

«Le immagini ottenute il 7 dicembre – continua Ye – mostrano che la cometa non ha subito cambiamenti morfologici notevoli, ma la tendenza all’affievolimento continua. Quando una cometa si sta disintegrando il primo segno che salta all’occhio è proprio la perdita della sua coda, composta da particelle altamente energetiche che puntano in direzione del Sole».

Leonard effettuerà il passaggio ravvicinato alla Terra il 12 dicembre, mentre il perielio – il punto di massimo avvicinamento al Sole – è previsto per il 3 gennaio. Secondo gli astronomi è difficile prevedere il comportamento della cometa: potrebbe disintegrarsi prima del suo perielio, o più tardi, quando sarà distante dalla nostra stella. 

La cometa potrebbe disintegrarsi per via dell’attrazione gravitazionale generata da un grande pianeta o dal Sole, oppure potrebbe subire il collasso del suo nucleo. Nello specifico, se il materiale ghiacciato viene vaporizzato in un certo modo, potrebbe accelerare la rotazione della cometa in modo drammatico, tanto da ridurla in pezzi. 

Se Leonard andrà incontro a questo destino gli scienziati non potrebbero riuscire a scoprire il motivo della sua fine. Tuttavia c’è ancora tempo per osservare la cometa nei cieli. Leonard sarà visibile nelle tarde mattinate, mentre si avvicina alla Terra, fino al 12 dicembre. Successivamente scomparirà per alcuni giorni, nascosta dal bagliore del Sole, prima di ricomparire nella serata del 17 dicembre. 

Credit foto:Esa/Neocc la cometa Leonard

Exit mobile version