Site icon Global Science

La più lunga eclissi parziale della Luna dal 1440

Lo spettacolo celeste in corso in questi giorni offrirà una visione del disco lunare colorato al 99% di rosso, quasi completamente proiettato in ombra mentre si muove dietro la Terra. Si tratta della più lunga eclissi parziale dal 1440, all’incirca dal periodo in cui Johannes Gutenberg inventò la sua macchina da stampa – e il suo primato non sarà battuto fino al lontano 2669.

Il rosso intenso è causato da un fenomeno noto come “scattering di Rayleigh”, in cui le onde luminose blu più corte del Sole sono disperse dalle particelle nell’atmosfera terrestre, mentre quelle rosse, che sono più lunghe, passano facilmente attraverso queste particelle. Più polvere o nuvole saranno presenti in atmosfera, più rossa apparirà la Luna.

Descrizione dell’eclissi lunare parziale del 19 novembre. Credito Nasa

Lo spettacolo è visibile per tutto il Nord America e parti del Sud America e potrebbe essere visto in seguito in Polinesia, Australia e Nord-est asiatico.

In attesa del 2669, gli appassionati potranno darsi appuntamento all’eclissi lunare totale dell’8 novembre del 2022, come suggerisce la Nasa.

Lo spettacolo astronomico è visibile a occhio nudo. Non servono binocoli o telescopi ma è necessario che sulla Terra ci siano condizioni meteo favorevoli.

In apertura: un’immagine ripresa da Roppongi Hills, Tokyo.

Exit mobile version