Site icon Global Science

Immagini termiche dallo spazio

L’azienda italiana Sitael e l’Institute for Photonics and Advanced Sensing (IPAS) dell’università di Adelaide hanno sottoscritto una collaborazione per la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie infrarosse e le relative strumentazioni spaziali di prossima generazione.

Sitael, azienda italiana leader nel settore dei piccoli satelliti, della propulsione spaziale e dell’elettronica di bordo, nel 2020 ha aperto una nuova sede in Australia. La cooperazione con IPAS riguarda in particolare la realizzazione di sensori infrarossi multi-apertura, dotati di elaborazione intelligente, che permetteranno di ottenere immagini termiche della Terra ad alta risoluzione e a basso costo.

Il progetto, che avrà una durata di un anno e mezzo, contribuirà ad accrescere la competenza dell’Australia in materia di imaging a infrarossi dallo spazio, con applicazioni nel campo della difesa e della sorveglianza, del monitoraggio dell’acqua, degli incendi, dell’agricoltura e dell’ambiente. La tecnologia prevede altre applicazioni come il controllo della qualità delle acque territoriali e costiere e il monitoraggio dei consumi energetici industriali e dei loro effetti sul cambiamento climatico.

L’attività di ricerca avrà un approccio incentrato sulla individuazione e risoluzione dei problemi legati all’osservazione della Terra nel dominio dell’infrarosso. La collaborazione punta a consolidare anche i risultati commerciali del progetto, unendo lo sviluppo tecnologico all’applicazione per gli utenti finali.

L’Australia ha istituito una propria agenzia spaziale nel 2018.

 

Crediti immagine: Sitael/IPAS

Exit mobile version