Site icon Global Science

29 raptor per il Super Heavy

È atteso entro la fine dell’anno il primo volo orbitale di Starship, la navicella riutilizzabile per lo spazio profondo che sta realizzando SpaceX. La compagnia di Elon Musk ha, infatti, fatto passi da gigante negli ultimi tempi, preparando il gigantesco booster del primo stadio di Starship, noto come Super Heavy. In una immagine postata da Elon Musk su Twitter il 2 agosto, si vede l’immagine del booster superheavy irta dei motori Raptor.

Il Super Heavy inizialmente sfoggerà 29 Raptor, mentre le versioni future avranno 32 motori. Lo stadio superiore di Starship, una navicella spaziale alta 50 metri, sarà alimentata da sei Raptor aggiuntivi.

I prototipi di Starship a tre motori hanno volato più volte, voli di prova nei quali hanno raggiunto un’altitudine massima 10 chilometri. Lo scorso maggio, il prototipo SN15 non solo ha raggiunto quella quota, ma per la prima volta è atterrato senza danni.

Il successo di SN15 ha aperto la strada al prossimo volo orbitale, che sarà il primo decollo di un veicolo super pesante. Un’astronave completamente impilata, composta da un Super Heavy noto come Booster 4 e il prototipo dello stadio superiore SN20, verrà lanciata dal sud del Texas.

Exit mobile version