Site icon Global Science

Axiom e Thales alla conquista dell’orbita bassa

Thales Alenia Space e la Axiom Space di Houston hanno siglato un contratto per lo sviluppo di due elementi pressurizzati chiave della Stazione Spaziale di Axiom, la prima stazione spaziale commerciale al mondo. Previsti per essere lanciati rispettivamente nel 2024 e nel 2025, i due elementi saranno inizialmente attraccati alla Iss, dando vita al nuovo segmento orbitale della Stazione Axiom. Il valore del contratto è di 110 milioni di euro.  La Stazione Axiom avrà la funzione di hub centrale dell’umanità per la ricerca, la produzione e il commercio in orbita terrestre bassa, ampliando il volume utilizzabile e abitabile della Iss, e sarà agganciato al Nodo 2.

Quando la Iss avrà completato la sua vita operativa, i moduli Axiom si separeranno e opereranno come una stazione spaziale commerciale a volo libero, un laboratorio e un’ infrastruttura residenziale nello spazio che sarà utilizzata per esperimenti di microgravità, test di materiali critici per l’ambiente dello spazio e ospiterà astronauti privati e professionisti. I primi due elementi saranno in grado di ospitare 4 persone ciascuno al massimo.

Thales Alenia Space ha anche ratificato con l’Aeronautica Militare un accordo di collaborazione volto a promuovere l’accesso all’orbita bassa terrestre a favore delle istituzioni, della comunità scientifica, dell’industria e degli operatori commerciali, e lo sviluppo di una catena di ricerca su questioni strategiche (medicina, materiali, biogenetica, ecc.) nonché a supporto della messa in opera dei moduli, delle possibilità di sviluppo e sperimentazione tecnologica e OT&E (Operational Testing & Evaluation) in microgravità.

L’Aeronautica inoltre ha siglato l’accordo con il Consiglio Nazionale delle Ricerche, che rafforza  il programma di collaborazione nell’ambito delle opportunità di sperimentazione in microgravità legate al Commercial Spaceflight e alle nuove frontiere dell’esplorazione. L’obiettivo dell’intesa è quello di cooperare per l’incremento del patrimonio di conoscenze scientifiche e tecnologiche della Pubblica Amministrazione per l’individuazione e lo sviluppo di programmi di ricerca, la formazione e per altre iniziative di comune interesse, volte a diffondere, la cultura della ricerca e quella aerospaziale. Nel dettaglio verranno individuati temi ed attività scientifiche e tecnologiche d’interesse congiunto, che coinvolgeranno la comunità accademica e della ricerca nazionale.

 

Exit mobile version