Site icon Global Science

Cosa si cela nell’atmosfera di Titano

La curiosa atmosfera di Titano sembra essere influenzata dai raggi cosmici. Questo è quanto emerge da un nuovo studio, condotto attraverso le osservazioni di Alma (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array).

Titano è l’unico corpo planetario nel nostro Sistema Solare oltre alla Terra in cui è nota la presenza permanente di liquidi sulla superficie. Pioggia, mari e superfici composte da metano ed etano, sono tra le principali caratteristiche della più grande luna di Saturno.

I risultati dello studio mostrano che i raggi cosmici provenienti dall’esterno del Sistema Solare sembrano influenzare le reazioni chimiche nel processo di formazione di molecole organiche che contengono azoto nell’atmosfera del satellite.

Un risultato che apre nuovi scenari nella scienza planetaria, poiché il processo scaturito dall’azione dei raggi cosmici potrebbe verificarsi anche su altri corpi del Sistema Solare. «Supponiamo che i raggi cosmici galattici svolgano un ruolo importante nelle atmosfere di altri corpi del sistema solare», afferma Hideo Sagawa, professore all’Università di Kyoto e membro del gruppo di ricerca. «Il processo potrebbe essere universale, quindi comprendere il ruolo dei raggi cosmici in Titano è cruciale nella scienza planetaria complessiva».

Lo studio è stato pubblicato su The Astrophysical Journal.

Exit mobile version