Select Page

Cassini, doppio esagono tra le nubi di Saturno

Cassini, doppio esagono tra le nubi di Saturno

Nuovo mistero nascosto tra le dense nubi di Saturno: al polo nord del gigante ad anelli si agitano due vortici dall’affascinante struttura esagonale. Il primo esagono in realtà è noto da tempo agli astronomi: si tratta di un vortice che si estende per 30mila chilometri e che secondo gli scienziati ha avuto origine oltre 30 anni fa. Questa tempesta saturniana cambia colore ogni 7 anni circa, passando dal blu al giallo oro, e la sua forma esagonale ha ciascun lato lungo più del diametro del nostro pianeta. Scoperta dalla sonda Voyager 1, è stata studiata nel dettaglio dalla sonda Nasa-Esa-Asi Cassini, prima del suo tuffo finale tra gli anelli di Saturno lo scorso 15 settembre.

Oggi, a quasi un anno dal termine della missione, sono proprio i dati di Cassini a riservarci una nuova, grande sorpresa: i giganti esagoni su Saturno sono addirittura due, uno sopra all’altro. Il nuovo studio, pubblicato su Nature Communications, rivela infatti un’altra struttura esagonale al polo nord del pianeta, ma a un’altezza più elevata di quella già conosciuta.

“I bordi di questo vortice – spiega Leigh Fletcher dell’Università di Leicester, leader dello studio –  sembrano esagonali, proprio come la famosa e bizzarra nube che si vede più in profondità nell’atmosfera di Saturno. È possibileche si siano generati spontaneamente due esagoni identici a due altitudini diverse, una più bassa tra le nuvole e una più alta nella stratosfera. Oppure ciò che vediamo è in realtà un’unica struttura torreggiante che si estende verticalmente per diverse centinaia di chilometri.” In entrambi i casi, la nuova scoperta mette in luce una notevole differenza – ancora più accentuata di quanto si pensasse – tra il polo nord e il polo sud del pianeta. A dimostrazione del fatto che i dati di Cassini possono continuare a fornirci nuovi elementi per comprendere meglio uno dei più complessi mondi del nostro sistema planetario.

NEWSLETTER

iscrizione newsletter

Tweet spaziali

IL SITO DELL’ASI

ASITV

I PODCAST

TIMELINE ARTICOLI

timeline