Site icon Global Science

L’incendio di Gran Canaria

Un incendio senza precedenti ha squarciato l’isola di Gran Canaria, una delle isole Canarie della Spagna al largo della costa nord-occidentale dell’Africa. L’incendio, iniziato sabato 17 agosto, ha iniziato a ridursi dopo aver  bruciato circa 10 000 ettari di terra, portando all’evacuazione di oltre 9000 persone.

Questa immagine a falsi colori, catturata il 19 agosto, è stata creata utilizzando le bande ad infrarosso a onde corte dello strumento a bordo del satellite Sentinel-2 dell’ESA parte della costellazione europea di Osservazione della terra, Copernicus e consente di vedere chiaramente i fuochi sul terreno, evidenziati in arancione brillante. In marrone scuro le aree già devastate dall’incendio.

Il servizio di mappatura d’emergenza di Copernicus è stato attivato per aiutare le squadre di soccorso a spegnere l’incendio. L’incendio è iniziato vicino alla città di Tejeda e si è diffuso nel Parco Naturale di Tamadaba, guidato da una combinazione di alte temperature, forti venti e bassa umidità. Secondo le autorità, oltre 700 vigili del fuoco a terra e 16 aerei hanno aiutato ad affrontare l’incendio, con fiamme che., in  alcuni casi, hanno superato i 50 metri di altezza.

Exit mobile version