Seleziona Pagina

Un palla di fuoco per Terra

Un meteorite ha illuminato i cieli sfrecciando sopra il Mare di Bering a 32 chilometri al secondo. E’ successo lo scorso 18 dicembre e l’evento è stato immortalato dal satellite Terra della Nasa. Il meteorite dal diametro di circa 10 metri, è stato definito una palla di fuoco, un’espressione usata dagli scienziati per descrivere meteore eccezionalmente luminose. L’esplosione ha infatti liberato ben 173 kilotoni di energia, più o meno 10 volte  la potenza generata dall’esplosione della bomba atomica su Hiroshima.

Gli strumenti a bordo di Terra, hanno catturato le immagini di alcune parti della grande meteora. Nel dettaglio, la sequenza mostra il percorso della meteora attraverso l’atmosfera terrestre proiettata sulla sommità delle nubi che appaiono di un colore aranciato per via del surriscaldamento dell’aria.

Fortunatamente l’evento si è verificato in una zona remota a circa 25 chilometri di altezza e non ha causato danni a persone o a strutture. La meteora è la più luminosa osservata dal 2013 quando un bolide si è abbattuto in prossimità della città di Chelyabinsk, in Russia causando danni e feriti tra la popolazione. Nonostante possano sembrare eventi straordinari, fenomeni di questo genere sono invece  piuttosto frequenti nei nostri cieli e vengono continuamente tenuti sotto controllo dai satelliti e dai programmi di osservazione  appositamente dedicati ai Near Eart Objects.

Circa l'autore

L’editoriale

Tutti i numeri di Global Science 

di Francesco Rea

97.000 utenti unici mensili. questo è il dato che Global Science ha registrato a partire dal mese di agosto confermato a settembre e che sembra essere il trend per quanto riguarda il nostro giornale online… Continua a leggere

NEWSLETTER

iscrizione newsletter

Tweet spaziali

IL SITO DELL’ASI

ASITV

I PODCAST

ADV