Seleziona Pagina

Le colonne della Via Lattea

Due colonne di gas caldo si estendono per alcune centinaia di anni luce nelle  regioni centrali della Via Lattea. Tali strutture potrebbero trasportare materia ed energia dal nucleo della galassia fino alla sua periferia. E’ l’ultima scoperta di un team di ricerca a guida italiana, che ha utilizzato i dati del satellite di Xmm Newton dell’Esa.

Il team ha osservato un flusso di gas che che scorre dal centro della Via Lattea, dove è situato un buco nero super massiccio, in direzione delle Bolle di Fermi scoperte dall’omonimo telescopio e ricche di particelle energetiche. Il flusso di gas ad altissima temperatura scorre in due direzioni, a nord e a sud, attraverso strutture simili a canali e gli scienziati credono che essi possano trasportare materia ed energia dal centro della galassia fino alla base delle Bolle di Fermi, alimentandole.

L’attività del nucleo della Via Lattea sarebbe quindi connessa all’esistenza di strutture più grandi intorno ad essa e il flusso di gas potrebbe dimostrare che anche le galassie non attive come la nostra, possono ugualmente produrre grandi quantità di massa ed energia. Il lavoro di Xmm Newton non si ferma di certo qui: il satellite potrebbe osservare porzioni sempre più ampie di cielo per realizzare un quadro completo dei collegamenti esistenti tra le strutture presenti nella Via Lattea.

Circa l'autore

L’editoriale

Tutti i numeri di Global Science 

di Francesco Rea

97.000 utenti unici mensili. questo è il dato che Global Science ha registrato a partire dal mese di agosto confermato a settembre e che sembra essere il trend per quanto riguarda il nostro giornale online… Continua a leggere

NEWSLETTER

iscrizione newsletter

Tweet spaziali

IL SITO DELL’ASI

ASITV

I PODCAST

ADV